Archivio per ‘Secondi di carne’ categoria

  • Brasato al vino rosso in pentola a pressione

    Data: 2013.06.24 | Categoria: Menu per occasioni speciali, Ricette facili, Secondi Piatti, Secondi di carne | commenti: 0

    imagesIngredienti:
    1000 grammi di Carne Di Vitello Poco Grassa  - 50 grammi di Burro - 3 Cucchiai  Olio D’oliva - 1 Bicchiere Vino Rosso - 1 Cipolla - 2 Carote - 1 Costa Sedano - 1 Pomodoro Maturo - 4 Pomodori Pelati - 1 Cucchiaio  Concentrato Di Pomodoro - Brodo -  Sale - Pepe

    Preparazione:
    Legate la carne con lo spago bianco da cucina. In una casseruola fate sciogliere il burro, aggiungete l’olio e insaporitevi cipolla, carote e sedano finemente tritati. Dopo 10 minuti mettete nel recipiente la carne e rigiratela più volte nell’intingolo. Salate e pepate. Spruzzate la carne con il vino e lasciatelo evaporare. Aggiungete la polpa del pomodoro fresco e i pelati passati; diluite il concentrato in mezzo bicchiere d’acqua tiepida, versate nella pentola, fate insaporire. Aggiungete brodo in modo che ricopra per metà la carne. Portate a bollore. Abbassate la fiamma e continuate la cottura a recipiente coperto per circa un’ora e mezzo. Se necessario aggiungete ogni tanto un po’ di brodo caldo. Ritirate la carne, slegatela, tagliatela a fette con un coltello molto affilato, sistematele con un certo ordine sul piatto da portata caldo e ricopritele con il loro sugo precedentemente filtrato al colino. A piacere potete servire il brasato molto caldo con polenta a fette grigliate oppure con polenta morbida. Vini di accompagnamento: è il piatto che per antonomasia richiede l’abbinamento con lo stesso vino di cottura della carne: Carema DOC, Cabernet Di Breganze “Superiore” DOC, Brunello Di Montalcino DOCG.

  • Tartare di carne, come condire la tartare di carne di manzo

    Data: 2013.04.04 | Categoria: News, Piatti freddi, Ricette estate, Ricette facili, Ricette veloci, Secondi Piatti, Secondi di carne | commenti: 0

    tartareTutti pazzi per il sushi… ma non avete mai provato la tartare di carne?

    Questo sì, è un vero peccato!
    Ma potete rimediare al volo: gli ingredienti sono facilissimi da reperire e – come per la tartare di tonno – la preparazione è semplice e veloce.

    Ingredienti:

    filetto di manzo – 1 cipolla rossa di Tropea (in alternativa scalogno) – capperi – prezzemolo – olio – sale e pepe – limone – salsa worcester e senape.

    Preparazione:

    La carne di manzo (inutile dire che dovrà essere freschissima, così come l’uovo) va passata al coltello: tagliatela finemente in più riprese, sminuzzandola a dadini sempre più piccoli. Stesso trattamento per capperi, cipolla e prezzemolo.
    In una terrina miscelate tutti gli ingredienti: carne trita, cipolla, capperi e prezzemolo, con olio, sale e pepe (q.b.). Aggiungete anche 4 cucchiaini di limone e 4 di salsa Worcester, mentre per la senape versate 1 cucchiaio (basandosi su 600 grammi di carne, se è meno diminuiteli).
    Lavorate tutto con le mani ed impiattate dando alla tartare la forma di una cupolina, aiutandovi con delle ciotoline.
    Nella tartare di carne di manzo originale va poi riposto in cima un tuorlo d’uovo crudo: in alternativa, se non piace, può essere aggiunto nell’impasto per amalgamare meglio il tutto.

  • Cucina light, tre piatti leggeri per superare la prova costume

    Data: 2012.05.11 | Categoria: Dietetiche, Dolci, News, Piatti freddi, Primi piatti, Ricette estate, Ricette facili, Ricette veloci, Secondi Piatti, Secondi di carne | commenti: 0

    prova_costumeDopo tanto indugiare, il sole sembra finalmente essersi deciso ad uscire allo scoperto.
    Il pensiero va subito lì: estate, vacanze, mare… Ma, un momento! Siete pronte per la prova costume?
    Se ancora non vi sentite al top della forma, eccovi qui di seguito tre ricette semplici e veloci, ma soprattutto light per superare la prova costume:

    • Primo piatto: cous cous alle verdure. Il cous cous infatti  è un piatto davvero leggero, senza per questo dover rinunciare ad una pietanza gustosa. Riempie anche molto, dunque potrebbe essere gustato anche come piatto unico.
      Ad ogni modo, mentre bolle l’acqua salata per la cottura del cous cous (100 ml per 100 gr di cous cous), tagliate a dadini tutte le verdure che preferite: solitamente, carote, zucchine e melanzane di base, ma anche funghi champignon, peperoni e pomodorini (questi ultimi da aggiungere a crudo, a piatto ultimato). Fate un soffritto leggero con olio e cipolla e cuocete le verdure aggiustandole di sale e pepe (o le spezie che vi aggradano). Il cous cous va versato nella pentola con l’acqua in modo che si cucini assorbendola.  Dopo un paio di minuti, quando il cous cous ha assorbito tutta l’acqua, provvedete a sgranarlo con forchetta ed un filo di olio a crudo. Aggiungete le verdure e buon appetito!
    • Secondo piatto: pesce al vapore o insalatona. Se state cercando un secondo piatto che non vi faccia sfigurare in costume, anche mangiandolo spesso… questo è il pesce, cucinato a vapore. Non dovete pensare che sia insapore: tanto per cominciare scegliete pesci che si prestano alla cottura a vapore (ad esempio l’orata è buonissima) ed il segreto sta nell’aromatizzare l’acqua di cottura, con del limone o zenzero ad esempio. Per condire, la salsa di soia è perfetta e come contorno scegliete la verdura che più preferite. Oppure una bella insalatona con l’aggiunta di parti croccanti (carote, pomodorini o finocchi crudi…) e se volete dare un tocco in più, del pollo grigliato tagliato a dadini.
    • Dolce: tiramisù alle fragole light. Si procede come per il tiramisù alle fragole tradizionale, ma invece di mascarpone e panna usate dello yogurt bianco per fare la crema con le uova e lo zucchero.
  • Agnello al forno con patate alla pugliese

    Data: 2012.04.03 | Categoria: Cucina regionale, Menu per occasioni speciali, Puglia, Secondi Piatti, Secondi di carne, pasqua | commenti: 0

    imagesSulla tavola di Pasqua sono due i piatti che non possono mancare: il brodo, vi abbiamo già illustrato la ricetta per il brodo di Pasqua, e l’agnello. La tradizione vuole infatti che l’agnello sia la carne in tavola nella giornata di Pasqua, vediamo allora una ricetta per rispettare la tradizione ma in maniera originale.

    Ingredienti per 4 persone:
    1 kg  Agnello - 400 gr.Patate - 200g. Cipolla -Origano - Sale-  Pepe - 4 Cucchiai  Olio D’oliva

    Preparazione
    In una teglia capace, dal bordo alto, versate 4 cucchiai di olio, unite la cipolla affettata grossolanamente, l’agnello tagliato a pezzi, le patate pelate e tagliate a fette alte circa mezzo centimetro; cospargete il tutto di sale, pepe e origano e mandate in forno a calore moderato. Girate ogni tanto fino a che agnello e patate siano diventati morbidi e saporiti

  • Polpettone di spinaci al forno

    Data: 2011.11.08 | Categoria: Cucina vegetariana, Dietetiche, News, Secondi Piatti, Secondi di carne | commenti: 0

    polpettonespinaciIngredienti per 4 persone:

    1 kg di spinaci – 1 uovo – 30 grammi di formaggio grattugiato – 20 grammi di pane grattugiato – 150 grammi di latte scremato – 10 grammi di burro – aglio – noce moscata – sale – pepe

    Preparazione:

    Lessare e tritare gli spinaci, metterli  in una pentola facendoli rosolare con aglio e burro. In un contenitore a parte mescolare tra di loro l’uovo e gli spinaci aggiungendo sale, pepe e noce moscata. Avvolgere il tutto fino ad ottenere un polpettone. Cuocere il tutto in forno per circa 1 ora. Una volta raffreddato tagliarlo e servirlo a freddo. Le fette di polpettone possono essere condite con la maionese verde.

  • Carne salada trentina, come servire la carne cruda del Trentino

    Data: 2011.10.13 | Categoria: Antipasti, Cucina regionale, Dietetiche, News, Piatti freddi, Ricette facili, Ricette veloci, Secondi Piatti, Secondi di carne, Trentino Alto Adige, ricette da 5 minuti | commenti: 0

    carnesaladaDa un po’ di anni a questa parte il crudo è tornato di moda. I ristoranti giapponesi propongono piatti a base di pesce crudo, come sushi o tartare di tonno e salmone, ma anche alcuni piatti della nostra tradizione culinaria sono ottimi da gustare senza passare dai fornelli: è il caso della carne cruda del Trentino, meglio conosciuta come la carne salada.

    La carne salada viene preparata con carni scelte di bovino adulto, contiene pochi grassi (intorno appena all’1%) e per questo motivo è considerata una pietanza pregiata. Il suo sapore particolarmente aromatico viene conferito dalle spezie in cui viene sommersa e lasciata a riposare per un certo periodo di tempo, come bacche di ginepro, aglio, pepe nero ed ovviamente sale.

    Come servire la carne salada? Questo piatto tradizionale del Trentino è perfetto per essere gustato in estate, crudo a fettine sottili, condito con un filo d’olio o con succo di limone. Se piace, potete servirla anche con rucola e qualche scaglia di grana come fosse un carpaccio. Si sposa bene anche con i funghi, mentre la tradizione la vuole accompagnata da un tortino di patate. Potete anche farne degli involtini con formaggi freschi, come per la bresaola. Potete anche tagliarla al coltello e servirla come una tartare. Se invece il crudo proprio non fa per voi, si può gustare anche cotta assieme a legumi.

  • Pollo fritto con paprica

    Data: 2011.07.29 | Categoria: Secondi Piatti, Secondi di carne, preparare pranzo in 20 minuti | commenti: 0

    images (6)Ingredienti

    1 Pollo Da 1500 G a Pezzetti -150 grammi Farina – 3 Uova – Latte -Paprica Dolce – Aglio – Olio D’oliva -Maggiorana – Sale -Pepe

    Preparazione:

    Lasciate riposare per una notte i pezzi di pollo in un letto composto da uova, latte, paprica, aglio schiacciato, maggiorana,sale e pepe. Una volta tolto dal liquido, passatelo nella farina e friggetelo nell’olio. Servite ben caldo.

  • Braciole di agnello per il pranzo di Pasqua

    Data: 2011.02.10 | Categoria: Menu per occasioni speciali, Secondi Piatti, Secondi di carne, pasqua | commenti: 0

    imagesIngredienti per 6 persone:

    800 g. Lombata D’agnello Tagliata A Fettine-  120g. Prosciutto-  8  Carciofi –  1 Cipolla Tritata – 2 Spicchi Aglio Tritato – Sale –  Pepe Di Mulinello -2 Ciuffi  Rosmarino Tritato- 1/2 Bicchiere  Olio D’oliva – 1 Bicchiere Vino Bianco Secco- 1 Bicchiere – Passato Di Pomodoro-  1 Limone

    Preparazione:

    Dalla lombata d’agnello ritagliate tante fettine, battetele e conditele con sale e pepe. A parte, togliete ai carciofi le foglie esterne, più dure, tagliate parte delle punte, rifinite con un coltellino il fondo, tagliate i gambi e conservatene il solo cuore; infine, riduceteli in tanti spicchi, che metterete a bagno in acqua acidulata dal succo del limone. Adesso, tritate finemente gli odori: cipolla, rosmarino e aglio, poi uniteli al prosciutto, anch’esso tritato, e fateli rosolare in un tegame, assieme all’olio. Appena il trito avrà preso il rossiccio, ponetevi le braciole d’agnello, regolate di sale e pepe, abbassate la fiamma e fate insaporire; non dimenticate di versare il vino, almeno ogni volta che rigirate le braciole. Questo, evaporerà in un quarto d’ora di cottura; e allora versatevi il passato di pomodoro e lasciate bollire per altri dieci minuti. Finalmente, toccherà agli spicchi di carciofi (sgocciolati con cura), da unire alle braciole quasi al termine della cottura; regolate ancora di sale e pepe, rigirate il tutto con un cucchiaio di legno e abbandonate la casseruola incoperchiata, per una ventina di minuti almeno. Portate in tavola le braciole fumanti, affiancate dai carciofi.

  • Brasato al brunello di montalcino

    Data: 2011.02.08 | Categoria: Secondi Piatti, Secondi di carne, Toscana | commenti: 0

    Ingredienti per 6 persone:

    2000 kg Carne Di Manzo Per Brasato - 6 Cl Olio D’oliva - Sale - Pepe Bianco - 1 Cucchiaio Prezzemolo Tritato

    Per La Marinata:

    2  Cipolle - 120 g. Carote - 130 g.  Sedano - 1 Foglia Alloro - 15 Grani Pepe - 1 Bottiglia Vino Brunello Di Montalcino

    Preparazione:


    Pulite le verdure, poi tagliate a fette le cipolle e le carote e riducete a dadini il sedano. Mettete la carne in una pirofila e copritela con una marinata preparata con il vino, le verdure, l’alloro, i grani di pepe e l’aglio. Lasciatela riposare per 24 ore, poi sgocciolatela e asciugatela. In una casseruola con l’olio d’oliva fate rosolare la carne da ogni lato, poi bagnatela con il liquido della marinata, filtrato, e unitevi le verdure sgocciolate, il sale necessario e una macinata di pepe. Fate rosolare tutt’assieme per alcuni minuti a fuoco vivo, poi coprite la casseruola e mettete il brasato nel forno già caldo (180 gradi). Lasciate cuocere la carne per circa due ore e mezzo. Se lo preferite, potete cuocere il brasato sul fornello, a fuoco dolcissimo. Quando la carne è cotta, trasferitela su un piatto di portata e tenetela in caldo. Passate al setaccio il fondo di cottura, schiacciando bene le verdure, raccogliete il ricavato nella casseruola e portatelo ad ebollizione, quindi regolate di sale e pepe. Tagliate a fette la carne, cospargetela con la salsetta preparata e con il prezzemolo tritato e servite.

  • Agnello di pasqua al forno

    Data: 2011.02.05 | Categoria: Menu per occasioni speciali, News, Secondi Piatti, Secondi di carne, pasqua | commenti: 0

    agnelllIngredienti (per 6 persone):
    800gr di lombata di agnello a fettine – 1 cipolla – 8 carciofi – 120gr di prosciutto – rosmarino – 2 spicchi di aglio – 1/2 bicchiere di olio – 1 bicchiere di passata di pomodoro – 1 bicchiere di vino bianco – limone – sale – pepe

    Preparazione:

    Salate e pepate le fettine di agnello. Pulite i carciofi e privateli del gambo, tagliate il cuore a pezzetti e lasciateli a bagno con acqua e limone. Tritate aglio, cipolla e rosmarino. Mettete l’olio in un tegame, tritate il prosciutto e fatelo rosolare con gli odori precedentemente sminuzzati. Quando sarà ben rosolato, aggiungete le fettine di agnello e aggiustate di sale e pepe. Tenete il fuoco basso e continuate la cottura versando il vino di tanto in tanto. Quando il vino è evaporato versate anche il passato di pomodoro. Dopo una decina di minuti, aggiungete i pezzetti di carciofi. Lasciate cuocere il tutto ancora per 20minuti. Servire l’agnello su un piatto da portata contornato dai carciofi.